franchino's way

26 ottobre, 2013

Barrington (chi chat senza peccato)

“Ciao, ci siamo visti l’altra settimana ti ricordi?”
“Si🙂 certo”

“😉 ”

“Certo che, onesto, che adolescenza di merda”

“Eh.. si… Ma no, dai. Non è vero. Mi sono divertita.”

“Minchia. Divertita.”

“Mmm. Lascia fare che da ragazzina andavo con gli americani”

“Che cazzo stai dicendo?”

“Ahahahah. Cretino. Andavo di nascosto a Sigonella a conoscere gli americani. Potevo avere 15, 16 anni e mi avviavo a conoscere i soldati americani.😀 ”

“Gesù che tristezza”

“Ma quale!? Era divertente”

“Scopavate un bordello?😉 ”

“No no. All’epoca non scopavo ancora. Anzi, nemmeno limonavo. Andavamo lì all’Irish pub di Sigonella a ballare hip hop e boh.. Conoscevamo gli americani.🙂 ”

“Cioè quelli arrivavano e volevano scopare come le bestie e tu manco li facevi limonare.
Che cazzo. Non ci vai.
E’ mancanza di rispetto..
Anche se sono Yankee di merda…
Ma cazzo, quelli volevano solo scopa e tu… io mi incazzerei.”

“Ahahahah.. Ma le altre limonavano. Io no, ahahahah🙂 ”

“Ridi sto cazzo. Sei cattiva. E loro, poveri coglioni.😉 ”

“eh.. si..”

“che adolescenza del cazzo”

“Ma ora però ragionandoci su. Metti tu eri una meno per i cazzi tuoi e gliela davi. Mo a sto punto c’avevi 3 figli: Jason, Dean e Barrington.”

“Se, tu scherzi. Quelli dopo una o due volte che li vedevi ti chiedevano se li volevi sposare!”

“Lo chiedevano a chi gliela dava o a chi NON gliela dava”

“Boh.. Non ricordo. Mi sa che lo facevano con tutte”

“Yankee dimmerda.”

“Ma scusa posso farti una domanda?”

“E qual è il problema?”

“No no.. E’ per ride. ;)”

“Vai.”

“Ma come t’è venuto Barrington?”

“Boh.. Mi pare autorevole. Da figlio di yankee. Che ne so, io a quelli li vedo che devono ave per forza una sputazza di ridicolo addosso.”

“Barrington. A me pare un Whiskey. Tipo boh, al bancone, UN BICCHIERE DI BARRINGTON!”

“E si.. Ci sta.. Pure un giubbino ci vedrei bene. Combà mi so comprato un Barrington da 300€ che spacca.. E’ autorevole cazzo…”

“Si ma Barrington pare un cognome!”

“Ma va. I nomi americani non significano un cazzo. Mo figurati se non puoi chiamare di nome a uno con un cognome. Quelli di nomi non capiscono un cazzo. L’hai vista Pulp Fiction?”

“No”

“Cristo.”

“Eh… Lo so.”

“Cristo…
Comunque…
Niente, ci sta il pugile
No vabbè te lo devi vedè cazzo.”

“Eh.. Lo so”

“Minchia. Basilare.”

“E quindi? Barrington?”

“Ancora.. Ho detto nomi a cazzo. Non ci pensa”

“Mmm.. Pensavo ci fosse dello studio dietro, non ti vedo uno che improvvisa.”

“Madonna santa. Certo che sei pesante figlia mia.”

“Mmm”

Fine chat. Definitiva.

2 commenti »

  1. Cazzo questo sì che è un vero delirio, “liberamente tratto” o “pedissequamente da” tale chat lo sai solo tu.
    Beh non male come scambio di vedute. Purtroppo ancora non faccio parte di facebook, queste cose non mi capitano. Sai com’è forse sono parte di quella frangia snob che ancora resiste, chissà per quanto; che è ancora refrattaria al farsi un profilo. Eppure non sarebbe nemmeno questo il problema, tanto il profilo si espande a furia di mi piace, diventa tentacolare come la nostra personalità seguendo la nostra natura, il nostro carattere. Vabbè meglio fermarsi ed evitare deliri filosofeggianti e tesi che nemmeno potrei sostenere.
    Il berrington mi ha fatto pensare, mi è venuto in mente uno dei primi film che ho visto qui a Tozeur. Una sera, come tante, un film, di quelli caricati sul pc prima di partire nel rispetto della norma “almeno un film per ogni sera” tanto per non dimenticare l’alienazione. Il film era il classico Il Grande Freddo, una delle prime scene. Lo scambio di battute era più o meno questo: “Beva qualcosa! Ho del Whiskey”, l’altro accetta, “bene! mi piace vedere le persone che bevono!”.
    Questa frase ascoltata in Italia non mi avrebbe forse fatto effetto, ma qui in Tunisia sì. Qui non è così e non mi sembra che ci sia gioia né in chi beve e né in chi li vede bere. C’è una tradizione vinicola al nord (con ottime marche devo dire), ma c’è un precetto che va nella direzione opposta. Tradizione e direzione in questo caso sono classiche rette parallele che non si incontrano mai.
    Alla luce dei fatti di questi giorni poi…

    Commento di Paolo — 2 novembre, 2013 @ 12:13 pm | Rispondi

  2. rettifico: il film è il grande sonno non il grande freddo, pardon

    Commento di Paolo — 3 novembre, 2013 @ 10:06 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: