franchino's way

17 maggio, 2009

Italia media (pure troppo) 2

Spostano la fermata del bus. Nessun cartello a segnalarlo. Arriva un ragazzino in bici:”Ma aspettate il 101?”. Ok, questo è perso… ma il prossimo è fra un’ora e 20 minuti…. Vabbè… scappo in stazione, c’è un treno fra 20 minuti. Bestemmio.

Arriva il treno, un regionale pienissimo. Ma non era un treno di pendolari? E che cazzo ci fa tutta sta gente di domenica? Se oggi è così, domani? Entro, mi schiaccio alla parete. Osservo, ascolto, guardo in su, in giù, fuori dal finestrino… faccio quello che si fa quando si sta con troppa gente, non hai molta voglia di socializzare e, detto tra noi, ti girano pure un po’ le palle. Fa caldo, la gente chiacchiera a gruppetti. Di fianco a me due ragazze. Ultra-fighette. Due manichini di un negozio qualsiasi di via Indipendenza con la capacità di camminare, parlare e muoversi. Parlottano. Si lamentano della folla, della gente, del caldo. Guardano bieche l’unico immigrato in vista. Borbottano le solite frasi: “Sono troppi, puzzano, non ci rispettano, si vestono male”. Sul vestiario si apre il vero dibattito. Via campionario di marche e capi, negozi e boutique, ore e ore di shopping, forma moderna di autoerotismo che non si nasconde ma si ostenta. E poi di nuovo lamentele. La gente, la massa, i poveri. Sto per sbottare per il disgusto. Mi fanno schifo. Non le sopporto. Faccio una smorfia, una signora mi guarda complice e sorride. Loro insistono. Sto per parlare quando si ferma il treno. Per fortuna sono arrivato a Bologna. Scendo. Ma loro mi seguono. Continuando a blaterare dello schifo del treno, del servizio da terzo mondo. Meglio l’Eurostar, quello almeno è pulito, ti siedi, hai il tuo posto. Non è che resti in piedi perchè qualche pezzente ha avuto il culo di salire a qualchestazione prima di te. Vado avanti, dai che fra poco passa. Torni a casa e loro non esistono più. “Però… hai notato? – dice una all’altra – Il treno è arrivato puntuale! Vedi che finalmente si comincia a mettere a posto le cose!”. Eccole qua. Da quando c’è Lui i treni arrivano in orario emagari fraqualche mese riusciremo anche a dormire a casa nostra con la porta aperta… Mamma mia… Non hanno pietà… Mi inseguono? Usciamo dalla stazione, lato piazzale ovest. Sento chiedere l’ora. “Ma che cazzo!! Quell’orologio è fermo alle 10.20!” sbrotta una con aria da brava cittadina che si lamenta dei disservizi ancora non sanati. “Francè cammina, cammina… non ti girare!”….. NO!

“Scusate ragazze… vi ho ascoltato da un po’… di dove siete?”
“Che ti frega?”
“Hai ragione… è che vi ho ascoltato tutto il viaggio da quando son salito sul treno ad ora e mi avete solleticato la curiosità..”
“Siamo venete”
“Vero… avrei dovuto capirlo dal pesantissimo accento dialettale che avete… scusatemi… ma io parlo solo italiano”
“Cosa?”
“Nulla nulla… Ma studiate?”
“Si, io studio Scienze Politiche e lei Giurisprudenza”
“Ah però… complimenti!”
“Grazie”
“Di niente… E… votate?”
“Cosa?”
“Votate? Andrete a votare?”
“Si… penso di si”
“Che peccato”
“Cosa?”
“Che peccato!”

Mi scuso e mi allontano augurando buono shopping… Ho alimentato per oggi un po’ il mio disprezzo. Posso andare a casa soddisfatto e livoroso.

Advertisements

8 commenti »

  1. A questo mondo ci vuole più gente come te 😀

    Commento di bergs — 17 maggio, 2009 @ 8:42 pm | Rispondi

  2. no… poi perderei l’orgoglio di essere minoranza… a quel punto prenderei la patente, una macchinona a debito, vestirei firmato, mi ammazzerei di lampade e odierei la maggioranza… :D… cmq a parte gli scherzi… ti ringrazio… sei troppo buono… forse non mi conosci

    Commento di ilkonte — 17 maggio, 2009 @ 9:02 pm | Rispondi

  3. purtroppo ragazze/i così ce ne sono sempre di più…bisognerebbe avere il coraggio di parlare loro come avresti fatto tu. e poi ovviamente vomitare nel primo cestino della stazione. bella francè!

    Commento di fisico — 17 maggio, 2009 @ 9:39 pm | Rispondi

  4. viva la guerriglia umana di svito!

    Commento di ilkonte — 17 maggio, 2009 @ 11:31 pm | Rispondi

  5. ripescata:
    Antonio Debenedetti è morto. Poi arriva la smentita: “Sono vivo”. Cavolo! Nemmeno Berlusconi è capace di tanto.
    (Francesco Conte)

    Commento di filippo b. — 17 maggio, 2009 @ 11:49 pm | Rispondi

  6. svito, va bene ridere e scherzare… ma non sei mica sul blog der patata… per favore…

    Commento di ilkonte — 18 maggio, 2009 @ 11:36 am | Rispondi

  7. fai come credi… ho solo chiesto meno volgarità grautuite… poi ognuno è libero di fare quel che vuole… non cancello nulla… idea comunista bolog, eccetera eccetera… pensala come vuoi… ma non so nemmeno io cosa sono. non credo di essere un modaiolo nè tantomeno un comunista (nel 1989 avevo 9 anni… considero quasi ridicolo chi si considera comunista oggi)… la franchezza è sempre ben accetta… ma mi sembra la tua una reazione un po’ isterica… semplicemente non c’è bisogno di parlare in quel modo per dire delle cose, permettimelo, un po’ banali. Puoi sempre venire a commentare, sei una delle persone che più sanno farmi incazzare, divertire, riflettere, rimanere a bocca aperta… Certe volte ti capisco, altre no. Ma per lo meno non sei una persona banale, piatta, che non ti da motivi per pensare, ragionare, cercare un perchè (e talvolta un come cazzo) ti vengono in mente certe cose. Quindi ogni tuo intervento è ben accetto… L’importante è essere civili. grazie a te per la franchezza.

    Commento di ilkonte — 18 maggio, 2009 @ 12:24 pm | Rispondi

  8. ottimo post conte, e la discussione con svito e’ pure piu avvincente… 🙂

    Commento di marcoelia — 21 maggio, 2009 @ 3:34 am | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: