franchino's way

1 aprile, 2009

Bologna è tipo la Polaroid (post confuso scritto in autobus andando a lavoro)

Filed under: attualità,bologna,partito democratico,politica,situazioni — ilkonte @ 9:21 pm
Tags:

Però… bella la Polaroid! Peccato che ormai sia stata superata dai fatti…

A Ottobre scorso Cofferati annunciò, spiazzando i più ingenui, che non si sarebbe ricandidato a sindaco di Bologna. Per motivi familiari, diceva; non poteva stare lontano dal figlio, ma si metteva a disposizione del partito per eventuali incarichi che però non lo tenessero troppo lontano da Genova e dalla compagna. Qualche giorno fa viene fuori la notizia, che non ha spiazzato neanche i più ingenui, che forse sarà proprio lui il capolista per le prossime elezioni europee nella circoscrizione nord-ovest (Bruxelles val bene una messa). Ok, non c’è niente di ufficiale, parliamo di ipotesi. Potrebbe essere così o forse il posto per Cofferati potrebbe essere un altro. O forse Cofferati, questa volta sì spiazzando tutti, rinuncerà veramente a incarichi politici per dedicarsi solo alla famiglia, trovando un lavoro da impiegato o dirigente in qualche azienda Genovese (il curriculum non dovrebbe essere un problema).

Bologna, un tempo città simbolo, oggi è solo un palcoscenico simbolico. Coffy l’ha sfruttata come un calciatore sfrutta una provinciale per rilanciarsi o lanciarsi sperando meritare così l’ingaggio in un grande club. Bologna come passaggio, come “bollino di qualità” da presentare nella sceneggiata nazionale. Bologna umiliata e “usata” con tale virulenta ipocrisia da stordire. Ma perché? Non sarà che ormai questa città ha perso le proprie qualità REALI? Non sarà che, seguendo una regressione comune a tante realtà politiche, sociali e culturali, Bologna come la conoscevamo è pian piano scomparsa per rimanere solo come una maschera vuota da vendere in un negozio di souvenir, o come un esoscheletro pieno di ragnatele, o un piccolo teatro una volta glorioso ma ora utilizzato solo come deposito, con gli assi ammuffiti e il tendone logoro? Come è possibile altrimenti che possa permettersi di venir trattata così, senza alcun ritegno e incapace di mostrare un moto di orgoglio, di dignità, di rispetto per quella che è, che è stata o che vorrebbe essere? Bologna è tipo la Polaroid. La ricordi per quanto era cool, per quanto fosse innovativa, ma ormai vive solo di quello che è stata, superata dai tempi, logorata nel suo essere un modello, messa fuori produzione e ora in mano a speculatori pronti ad aspettare il momento giusto per venderla come pezzo di antiquariato, da collezionisti.

Advertisements

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: