franchino's way

10 gennaio, 2009

Nulla a che fare con la realtà

Filed under: idiozie,Ma guà che storia!,media — ilkonte @ 4:58 pm
Tags:

Alcune premesse sono d’obbligo. Non sono un amante di Striscia la Notizia e non considero Studio Aperto una testata giornalistica nonostante quella trasmissione sia un veicolo di informazioni. Altra premessa: ho voglia di parlare di cazzate, non me ne vogliano i duri e puri…

Che significa che il servizio di Striscia non corrisponde alla realtà? Nega l’evidenza? Insinua sulla credibilità della trasmissione di Ricci (bel problema per Mediaset tutta e  per chi pensa che Striscia sia un telegiornale che dice la verità e sbugiarda gli imbroglioni… una volta uno mi disse che solo Striscia aveva il “coraggio di fare delle vere inchieste”… immagino che sentendo una cosa del genere possa svenire dall’indignazione). O, semplicemente, si vorrebbe dire che quello che è stato mostrato non è una taroccatura ma un semplice incidentucolo, che fa tanto ridere però. Sì, perchè per uno spettatore medio di Studio Aperto (partendo dal presupposto che se Studio Aperto è un telegiornale Novella 2000 è l’Economist) avere schiaffata in faccia una figuraccia come questa potrebbe forse (anche se ci credo poco. Gli italiani non mi danno tanta fiducia sulla loro capacità di valutare concetti come la credibilità e la legittimità) far cadere tutto il castello. Potrebbe vacillare la credibilità dei servizi un po’ più seri (si fa per dire), potrebbe sorgere il dubbio che se la forma del tg è falsa, se si prende in giro sulla sua stessa costruzione scenografica, se si cade nella pretesa di stare nella gente, nelle strade, potrebbe crollare ogni pretesa di essere effettivamente nella realtà, di volerla rappresentare in maniera onesta, oggettiva, corretta. Un’altra cosa aberrante. Si dice: ci volete mettere in ridicolo? Non ce ne frega niente (o meglio… Sticazzi!)! Ci segue un italiano su 4 e anche voi aumentate gli ascolti. Ma che discorso è?! Alla fine la massa vince. E a furia di tette, culi, veline, sangue, sentimentalismi, politica trattata come padrone impone e taglio e cuci dalla parrucchiera la massa l’abbiamo ben formata e ce la teniamo. Non dobbiamo rispondere dell’onestà del nostro lavoro, tanto ci seguono comunque. Un modo sottile, che forse non verrà capito, di dare degli idioti ai propri telespettatori.

Ultimamente ho trovato il blog “Odio Studio Aperto“. Ed è grazie a loro che ho scoperto questa faccenda da commedia di regime. Come andrà a finire? Temo che noi continueremo a indignarci, o a non seguirli, mentre loro continueranno a fare ascolti.

p.s.

è solo a causa dell’influenza e dell’esilio poltronaio-computeristico a cui i bacilli mi hanno costretto che questo blog sta rivivendo un momento di inaspettata vitalità?

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: