franchino's way

9 dicembre, 2008

Solo ieri… o ieri l’altro

Filed under: deliri controproducenti,Ma guà che storia!,memoria,satira — ilkonte @ 2:56 am
Tags:

Senza parole… semplicemente geniale. Siamo all’inizio del lontano 1990. Sì… l’anno dei mondiali, delle notti magiche. Ma anche l’anno della Pantera. Buona visione.

Rassegna Stampa della settimana from Videogiornale on Vimeo.

Un altro video. Passano gli anni ma…

Manifestazione Antirazzista 27-01-90 from Videogiornale on Vimeo.

La casa, l’affitto… Bologna quanto mi costi!

SPOT CASA from Videogiornale on Vimeo.

Alcune considerazioni dopo un’oretta passata su vimeo a guardare tutti i filmati.

1. Ci vestiamo meglio noi.
2. Non c’erano i punkabbestia, non c’erano i terzomondisti, c’erano pochi pearcing e giravano poche, pochissime birre.
3. Vedo fumare poca gente.
4. Le parole d’ordine sono più o meno le stesse.
5. Meno cori da stadio, molta più partecipazione. Ci sono un paio di video di assemblee con aule stracolme di gggiovani che oggi manco se danno il fumo a gratis.
6. I fascisti di allora, che poi sono gli stessi di oggi, facevano i banchetti contro i “vu’ cumprà” in via Indipendenza.
7. Le spalline e i pantaloni alla “zumpa-fuoss” (corti alla caviglia) sono un tuffo negli anni ’80 che francamente avevo rimosso.
8. Bologna è sempre Bologna solo che le insegne erano più grezze e c’erano un sacco di fogli e manifesti attaccati ovunque in via Zamboni. Eppure non si parlava di degrado!
9. Mi fa strano pensare che oggi quei ggggiovani lì hanno più o meno 40 anni.
10. L’internazionale a cappella… ancora sto ridendo.
11. Le mille lire col faccione di Leonardo. Le Scuderie, oggi locale chic, una volta mensa universitaria da occupare per protesta perchè ti fanno pagare per mangiare più di mille e dico mille lire.
12. Nel 1990 avevo 10 anni, sognavo di fare il calciatore, il mio mito era Maradona e avevo un gatto meraviglioso che si chiamava Romeo. Abitavo a Tito (Potenza) e passavo pomeriggi interi a giocare a pallone e sbucciarmi mani e ginocchia.
13. Per un motivo prettamente generazionale e di imprinting musical-politico-sociologico a me la parola pantera fa venire in mente subito altro.

6 commenti »

  1. Cazzo, ma anche tu sei di Potenza. Porco Giuda, che coincidenza… ma quanti anni hai? Non sono pratico di WordPress… non riesco a vedere il tuo profilo.

    Commento di Ettore — 10 dicembre, 2008 @ 10:54 pm | Rispondi

  2. caro ettore se nel 90 avevo 10 anni….

    Commento di ilkonte — 10 dicembre, 2008 @ 11:07 pm | Rispondi

  3. Caro Francesco,
    vi vestite meglio, è vero, ma noi siamo sfuocati dalla qualità dell’immagine e dei tempi. Gli anni ’80 avevano lasciato impronte sui nostri corpi e nelle nostre anime. Qualcuno nei video è travestito; qualcuno ci teneva a vestirsi male; per altri era il tempo del no logo (per me è iniziato nel 1985, prima dell’estate); altri ancora si vestivano di scuro, a strati, e andavano al Dams – io facevo Lettere, ma occupavo Dams Arte (33 di via Zamboni): dormivo come molti altri nello studio divanato e mochettato dell’Ottani Cavina.
    Non si beveva di continuo e ovunque. L’aperitivo non era diffuso; lo è diventato solo qualche anno più tardi e i primi che lo facevano in frotta, come piccioni scacazzanti sulle piazze (per me erano borghesucci seriali, bolagnosi, bolotomizzati e griffati), si affollavano verso la fine di via Zamboni. Mi infastidiva anche solo guardarli, come i primi (compagni) che hanno comprato il cellulare. Tra gli studenti, invece, beveva parecchio un simpatico ragazzo – lunghi capelli e stivali ostesi sul banchetto del “servizio d’ordine” (niente di militaresco: attorno a quel tavolo si formò l’«Ala dura e creativa»…) all’entrata del 38 – un tipo di fuorisede a cui la Ballestra si è ispirata nel Pomeriggio dell’iguana.
    Si fumava (nei locali e) in assemblea e qualcuno diceva: “Mozione d’ordine: si potrebbe fumare di meno?” E così si faceva.
    Ora, però, ho fame… Se inizio, non finisco più. Tra poco la mia compagna torna dal lavoro. Devo cucinare qualcosa.

    Ciao,
    Luigi

    Commento di lollardo — 15 dicembre, 2008 @ 10:19 pm | Rispondi

  4. vedi mi firmo. scrivo lettere e mail. non sono uno da blog. riciao

    Commento di lollardo — 15 dicembre, 2008 @ 10:22 pm | Rispondi

  5. Al Dams Arte occupava un certo Bunny. Non credo che studiasse all’università. A volte sedeva alla reception del dipartimento, poggiando le scarpe fetuse, vicino al telefono. E rispondeva alle chiamate con un grugnito e bestemmiando.
    Girava voce che fosse stato esiliato dalL’Isola Nel Kantiere perché era gradito «com un gat taché ai maron».
    C’era qualcuno con i piercing. Mi ricordo una ragazza di Milano che una volta mi disse: «Va be’ hanno portato i bulloni, ma a Milano c’è la Lega…».
    Qualche anno più tardi li ho notati anche al naso di quei giovani figuranti televisivi che litigano eccetera (meglio non dare nomi a questo genere di ignominia: ti rimane l’odore addosso). E ho pensato: sono diventati di moda.
    Lo studente con cane a Bologna, invece, è comparso qualche anno più tardi. Erano Carlo e Paolo. Uno dei due si definiva anarchico; l’altro, un bastardino dal muso mite, spesso era libero per piazza Verdi, più raramente era collegato al padrone da uno spago sottile.
    Non cagavano per strada. Non erano mai minacciosi. Erano spettinati. Avevano entrambi gli occhi dolci.

    Commento di lollardo — 19 dicembre, 2008 @ 9:17 pm | Rispondi

  6. Le precise parole della ragazza milanese – adesso ricordo – erano: «Va be’, hanno portato i bulloni, cioé, ma non puoi criminalizzare: a Milano c’è la Lega…».
    [Ero riuscito a postare due volte lo stesso messaggio].
    Nel ’90, al Centro stampa d’Ateneo (Centro Erasmus occupato), in via Zamboni 33, prima porta a sinistra, il giovane Vittorio (ora all’XM24) ci mostrò la prima larva di internet.
    Non era più il film War games… Era quasi vero.
    Nessuno aveva il cellulare (termine sinistro). Si usavano i fax (da qui l’accusa di faxismo) e i telefoni di facoltà.
    (…)

    Commento di lollardo — 20 dicembre, 2008 @ 4:58 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: