franchino's way

8 ottobre, 2008

Pennivendoli e omologazione

Rieccoci qua (ne è passato di tempo!). Torniamo indietro alla partita Roma-Napoli. Lo ammetto, sono stato vittima anch’io della disinformazione. Ammetto anche io di aver subito l’omologazione imposta dagli organi di così detta informazione. Rivendico però il fatto di aver sempre comunque dubitato. La cosa non mi sembrava chiara, mi puzzava un po’. Mi era sembrato strano che l’Osservatorio, sempre così ligio nell’opera di divieto, avesse dato una chance ai napoletani (che non sono degli angioletti). Mi era sembrato strano che del presunto assalto al treno nella stazione di Napoli non ci fossero filmati o testimonianze dirette e che si mostrasse solo l’arrivo dei napoletani a Roma con i loro cori, il loro fumogeno, la loro corsa, il loro essere tutti uguali, quasi in divisa, mentre urlavano “bruciamo la capitale”. Mi era sembrato strano che, se scontri c’erano stati, non si fosse visto niente; non una manganellata, non un lacrimogeno, non una testa spaccata. Ma mi ero detto, ingenuamente, son stati bravi quelli delle questure, li hanno fatti passare veloci, hanno evitato di peggiorare la situazione. Ma il dubbio, il tarlo, rimaneva. Anche e sopratutto dopo le polemiche politiche e i muscoli mostrati dal governo. Passano i giorni e sui blog e nei forum degli ultras italiani il dubbio viene mano a mano alimentato. Fin quando.. Sorpresa! Rainews e la sua bella inchiestina. A quel punto sono costretto a fare un passo indietro. Mi rimangio tutte le cretinate che posso aver detto e ammetto di essermi comportato da ignorante. Ma questo lo dovrebbero fare un po’ tutti, compresi i giornalisti o sedicenti tali. Compreso quelli che di fronte a questa notizia e alla richiesta , forse, di approfondire storcevano il naso:”Ma basta… hanno rotto i coglioni.. c’è poco da parlare… fanno bene a usare la mano dura!”. Sono quelli che parlano del mondo senza viverlo, senza calpestare le strade e le piazze da anni. Quelli che dicono di conoscere il mondo perchè lo leggono sui giornali. I benpensanti, i pennivendoli e gli omologati.

La cosa peggiore è pensare che il giornalista di Rainews sia un fenomeno. No, cari miei. Ha fatto niente di più e niente di meno del suo lavoro: ha trovato la notizia, si è incuriosito, ha cercato di verificare le fonti, ha trovato testimonianze e ha messo insieme i pezzi del puzzle. Ma di questi tempi è oro. Appunto… di questi tempi. Coltiviamo sempre i nostri tarli, i nostri dubbi… anche se non serve a niente, anche se poi vincono sempre gli altri. Alla fine almeno non ci si vergogna, se un po’ di dignità c’è rimasta, di noi stessi e di quanto possa essere facile cadere.

Buona visione.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: