franchino's way

16 aprile, 2008

La profezia (la potenza arcana del disincanto)

Cade Prodi sotto la scure Mastellian-Diniana… Prendo e scrivo quello che mi passa per la mente (come quasi sempre mi accade senza concedere tanto a stile, punteggiatura… diciamo che quando scrivo di getto vado anche poco d’accordo con l’italiano corretto )…

Muore la sinistra parlamentare.. Rileggo quel post e mi sento ammantato dall’aura della profezia… O semplicemente porto assai sfiga?

A voi, amici e nemici, l’ardua sentenza…

Mastella annuncia a Porta a Porta la fine della maggioranza. Grande confusione sotto il cielo. A sinistra rassegnazione, delusione, rimpianti, rabbia e frustrazione. Tuttavia qualcuno si sente sollevato. Finalmente potrà tornare a fare opposizione: dire no, fare le manifestazioni, urlare contro l’ingiustizia e il destino cinico e baro. Finalmente.. Senza responsabilità, senza l’arte del compromesso, senza ragioni di stato si potrà tornare 20enni quando si era contro il sistema e si sognava la rivoluzione.(…)

Intanto continuerò a guardare stancamente quello che succede con la consapevolezza che ormai il tutto sta per volgere a compimento. Tutto cambierà, nulla sarà come prima. Tranne che ovviamente si continuerà a morire nei cantieri, che non prenderò una pensione e che non mi riesco a immaginare fra tre mesi (figurarsi fra 5 anni), che la chiesa continuerà a infilarsi nelle mie scelte libere e consapevoli, che non esisterà nessun tipo di redistribuzione sociale, che le leggi vergogna non verranno cancellate. Continueremo ad arrancare, a discutere di televisione, di brutta televisione, di brutto giornalismo, di barbari e opportunisti, puttane e bigotti. Continueremo a vivere in un paese che non ci piace, circondati da gente che ci fa schifo. Chi scacciato, chi autoescluso. Isolati comunque nelle nostre analisi critiche ripeteremo il rito di dissociazione delle parole pungenti, della satira corrosiva, dell’esaltazione della Cultura contro il popolicchio ignorante. Continueremo, insomma, a non contare un cazzo. Ma almeno felici di essere nella nostra torre d’avorio a guardare l’apocalisse soddisfatti dell’orgoglio, e della presunzione, di avere la verità in tasca. Un’elite di falliti repressi ma illuminati, circondati da pecore di successo e tossici assuefatti. Cari amici.. Questa è la vita.. Mettiamoci l’animo in pace. Noi non abbiamo mai capito un cazzo. Non è la nostra epoca. Siamo o troppo avanti o, temo, troppo indietro, strascichi, inerzie.

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: