franchino's way

11 aprile, 2008

Quando a parlarti è una buca

Filed under: lucania,potenza,situazioni — ilkonte @ 11:39 am

Perchè non dare un nome alle buche storiche nelle strade della città? Sembra ieri che Rocco spuntava più di dieci anni fa e mi costringeva a evitarlo quando giravo col motorino. Ormai fa parte del paesaggio, come una volta lo erano i vecchi con la coppola e il bastone o i contadini che passavano col tre-ruote o col ciuccio, o le signore anziane con lo scialle nero. I fossi sono eterni, resistono al tempo e alle mode come i palazzoni, il cemento e gli alberi secolari. Cambiano le auto, cambiano i motorini, ma loro restano lì e resistono. Potenza e le sue buche come Matera e i sassi, Aliano e i calanchi, Melfi e il castello.

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: